Perchè abbiamo aperto il blog


Legolas: Ricordi Galadriel dove e come ci siamo conosciuti?

Galadriel: In un forum. Tre anni fa imparai ad usare il PC ed entrare nei meandri del web. Da quel momento il mio obbiettivo fu quello di fare un blog. Poi mi resi conto che non sapevo come e cosa scriverci. Mi iscrissi ad un forum per “slegare” le mie dita e la mia mente nello scrivere. Trovai i tuoi post e in poche sere mi lessi tutto quello che avevi scritto in un anno di forum e trovai i tuoi scritti molto vicino al mio pensiero e mi dissi “ Questo è un folle come me! Devo conoscerlo”

Legolas: Si ricordo bene, non ero in una bella situazione, cercavo qualcosa di umano da dare a chi ne avesse di bisogno, ma in realtà non ne avevo nemmeno per me stesso. Smaniavo dalla voglia di creare qualcosa di concreto, mi trovavo in una realtà più grande di me, una realtà un universo infinito, troppo vasto, e alla fine mi sono perduto in esso, senza realizzare quello che sentivo dentro. Ricordi che tristezza quando mi resi conto che avevo sbagliato tutto?

Galadriel: Ti trovai in quell'incertezza, con la tenerezza e l'amore di una mamma, ti portai fuori da quell'ipocrisia. Dopo esserci incontrati con le nostre famiglie e passato le vacanze insieme, successivamente a mesi di chat, decisi che era giunto il momento di dare vita finalmente al mio blog del quale tu non volevi saperne nulla: perché?

Legolas: Perché...perché cosa avrei potuto realizzare in un blog misero e scalcinato, che non ero riuscito a compiere in un forum dalle potenzialità immense e professionalmente organizzato, dove le possibilità di diventare qualcuno d'importante, d'incisivamente determinante erano più che un utopia.

Galadriel: Già il tuo obbiettivo era diventare qualcuno. Era come se tu, calciatore della nazionale, ti proponessi di giocare in una squadra provinciale.

Legolas: Ricordo quando mi mandasti, a fatto compiuto, il link per partecipare a questo venial peccare! Non ti ho mandato a quel paese solo per puro rispetto e per l'affetto che nutro per te...Poi la rabbia lasciò il posto alla gratitudine. Mi dissi: ma guarda quanto affetto che ha per me, al punto da crearmi un dolce surrogato di quello che fu per me il forum. Iniziai a guardarci con tanta diffidenza che...me ne innamorai!
Potevo fare, scrivere liberamente ogni sensazione, ogni emozione, condividere quanto di più caro avevo di mio con chiunque! Avevo posto il primo mattone di quello che era e che è tutt'ora il mio sogno!
Iniziai a smanettare chiedendoti questo e quello...tu ogni sera con tanta pazienza, mi portavi con la mano verso nuove forme, nuove strutture e tante altre novità. Colorammo quel blog come fosse una tela di Klimt.

Come un pittore mi divertii a “dipingere” quelle pagine e sopratutto potevo fare quello che mi passava per la testa senza la paura di suscitare critiche. Iniziammo a gioire al nostro primo follower...ti ricordi chi fu?

Galadriel: Certo che ricordo, fu Salvatore e per te fu motivo di esaltazione. Ti divertivi a far crescere quel giocattolo di costruzione virtuale ed io a vedere te sorridere ad ogni novità sul blog. Il primo commento fatto ad un post, eri così incredulo che pensavi fossi stata io a fare un'altro account solo per farti felice.

Legolas: Intanto il blog cresce pian piano e la voglia di fare bene con il supporto di quanti ci vengono a trovare, commentare, ed osservare aumenta ogni giorno di più. Concludendo buon lavoro ad entrambi!

Nessun commento:

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 Unported License.